5 piccoli problemi elettrici che non andrebbero mai ignorati

  • Autore: TIZIANA BIANCO - MOGLIE
  • 05 mag, 2017
Presa danneggiata
Siamo così abituati all’utilizzo di apparecchi elettrici che spesso ci dimentichiamo di quanto pericolosa possa essere davvero l’elettricità, e a volte passiamo sopra piccoli problemi perché “tanto cosa vuoi che sia?”. Ma certe situazioni, per quanto apparentemente insignificanti, non dovrebbero mai essere trascurate. Ecco quindi una piccola lista di problemi elettrici apparentemente innocui, ma da non sottovalutare per garantire la massima sicurezza in ambienti domestici.

1. Scintille nella presa quando si collega la spina

Se ti è successo e hai pensato che fosse normale, sappi che purtroppo non è così. Intanto, è buona norma collegare gli apparecchi quando sono ancora spenti e con eventuali interruttori in OFF. Ma non basta: infatti, se le prese generano scintille, vuol dire che al loro interno qualcosa non permette un adeguato flusso e scarico della corrente: può darsi che all’interno della presa qualcosa faccia contatto con gli elementi di messa a terra. Allora conviene attivarsi immediatamente: è necessario sostituire la presa!

2. Interruttori o prese che non funzionano

“In fondo non funzionano, basta non utilizzarli e non succederà niente”. Sbagliato! Un problema apparentemente così piccolo e con una soluzione che sembra ancora più facile in realtà può essere davvero insidioso. Se prese e interruttori non funzionano può darsi che il problema stia a monte, al livello dell’impianto elettrico stesso, e un rischio del genere non deve mai essere sottovalutato. Affidati a personale esperto per un controllo, perché con l’elettricità non si scherza.

3. Ciabatte non aggiornate

4. Impianti di rilevazione di gas che non funzionano o non installati

Se vuoi stare davvero al sicuro e dormire sonni tranquilli, potrebbe essere davvero una buona idea munirsi di un impianto di rilevazione di gas metano o gpl, e una volta installato assicurarsi che sia sempre efficiente. Per esempio, è preferibile munirsi di un impianto autonomo, direttamente collegato all’alimentazione elettrica, anziché utilizzare rilevatori che si collegano mediante prese: questo riduce di molto i rischi, perché si è sicuri che l’impianto sia sempre in funzione.

5. Prendere la scossa durante l'utilizzo di un apparecchio

Se prendi la scossa non è mai un buon segno: durante la progettazione degli impianti si prevedono misure severe affinché questo non avvenga, pertanto se collegando, per esempio, il phon alla presa hai sentito la scossa... c’è qualcosa che non va! Il problema potrebbe essere, per esempio, un malfunzionamento della presa come detto nel primo punto di questo elenco, ma potrebbe anche essere più grave e riguardare la messa a terra dell’impianto stesso. Quando succede non prendere la cosa sottogamba e rivolgiti a personale esperto e qualificato.
Autore: TIZIANA BIANCO - MOGLIE 04 lug, 2017

L’illuminazione nelle nostre case è un elemento estremamente importante, quasi quanto l’arredamento. Avere una buona luce in casa conferisce ai nostri ambienti quell’atmosfera giusta che ci permette di godere a pieno della nostra dimora.

Altro punto importante è il risparmio energetico. Scegliere prodotti che salvaguardano l’ambiente è un fattore importante, specialmente in questi ultimi tempi. Le lampade a basso consumo garantiscono una illuminazione ottimale, consentendo un notevole risparmio a livello di consumo, economico e anche di riduzione dell’inquinamento.

Per far fronte a tutto ciò, la tecnologia ci viene incontro con soluzioni di illuminazione eco-sostenibili come quelle a LED. Acronimo di Light Emitting Diode, sono dispositivi optoelettronici che producono fotoni tramite il fenomeno dell’emissione spontanea. Sfruttando le proprietà ottiche di alcuni materiali semiconduttori, si produce in sostanza energia a partire dalla ricombinazione delle coppie elettrone-lacuna.
Autore: TIZIANA BIANCO - MOGLIE 05 mag, 2017
Siamo così abituati all’utilizzo di apparecchi elettrici che spesso ci dimentichiamo di quanto pericolosa possa essere davvero l’elettricità, e a volte passiamo sopra piccoli problemi perché “tanto cosa vuoi che sia?”. Ma certe situazioni, per quanto apparentemente insignificanti, non dovrebbero mai essere trascurate. Ecco quindi una piccola lista di problemi elettrici apparentemente innocui, ma da non sottovalutare per garantire la massima sicurezza in ambienti domestici.
Autore: TIZIANA BIANCO - MOGLIE 12 apr, 2017
Ultimamente si fa un gran parlare di “domotica”: elettrodomestici intelligenti con connessioni a Internet, oppure robot che sembrano provenire dai più fantasiosi romanzi di fantascienza. Ma non c’è bisogno di arrivare a tanto per rendere la tua vita domestica decisamente più comoda: bastano piccoli impianti, poco invasivi e dal costo contenuto per migliorare di molto la qualità della tua casa in men che non si dica.
Non ci credi? Vediamo insieme!
Autore: TIZIANA BIANCO - MOGLIE 29 mar, 2017
Le case antiche possiedono un fascino unico, oppure un carico di ricordi a cui siamo molto affezionati. Tuttavia, non bisogna mai sottovalutare la sicurezza legata agli impianti elettrici: infatti, se la casa ha attraversato anche solo qualche decennio, c’è la possibilità che l’impianto sia un po’ antiquato o comunque costruito secondo norme di sicurezza non più attuali. Allora, cosa si può fare? Bisogna smantellare e sostituire tutto l’impianto? Non disperare, non è necessario arrivare a tanto, ma si possono compiere pochi semplici passi per verificarne la sicurezza .
Share by: